Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.
 
termocamere.com
Il portale delle Termocamere "IR" per la Termografia e per l'Edilizia
geomatica.it
disto.it
teorematopcenter.com
Benvenuto! Accedi | Registrati
Home       TEOREMA       Prodotti       PROMOZIONI       DEMO       LABORATORIO       NOLEGGIO   
 

Certificazione Energetica

“Dal I° Settembre 2007, è obbligatoria la Certificazione Energetica in Lombardia.

Quadro legislativo e normativo di riferimento

Il problema del controllo della qualità energetica di un edificio trova un suo riconoscimento ufficiale, a livello europeo, nella direttiva CEE n. 93/76 del settembre 1993, direttiva che rappresenta l'atto formale di un impegno preso nel 1990 dal Consiglio del Ministri dell'ambiente e dell'energia nel promuovere azioni che portino ad una riduzione delle emissioni globali di biossido di carbonio (CO2).

L'art. 2 della direttiva CEE stabilisce che gli Stati membri devono attuare programmi concernenti la certificazione energetica degli edifici, che consiste nella descrizione dei loro parametri energetici e deve permettere l'informazione dei potenziali utenti di un edificio circa la sua efficienza energetica. Lo stesso articolo afferma che la procedura di certificazione può anche comprendere opzioni per migliorare tali parametri energetici.
L'attuazione delle metodologie e dei criteri applicativi della certificazione è affidata agli Stati membri. La direttiva europea sulla certificazione è stata recepita in Italia dall'art. 30 della legge 10/91. Il DL 112/98 delega alle Regioni l'attuazione dell'articolo 30.
Obiettivi e finalità della certificazione energetica degli edifici


La certificazione, quindi, è innanzi tutto una azione informativa rivolta a sensibilizzare l'utente sulla qualità energetica del proprio edificio. Una azione, evidentemente, condotta nell'interesse primario del consumatore e anche per l'intera collettività, nel caso in cui si ottenga un effetto di riduzione dei consumi attraverso azioni di riqualificazione energetica oppure il mercato immobiliare si orienti verso modelli edilizi meno dissipativi.

Gli obiettivi della Certificazione energetica degli edifici sono i seguenti:

definire un indicatore del consumo energetico dell'edificio nell'interesse dell'utente;
rendere più trasparenti i rapporti con i fornitori di energia e di servizi energetici;
identificare gli edifici che necessitano di interventi diagnostici più approfonditi;
fornire elementi sulla necessità di prevedere i primi interventi di risparmio energetico.
I servizi offerti dalle Agenzie della Rete

Le Agenzie della Rete dei Punti Energia della Regione Lombardia:

hanno elaborato una procedura per l'attestazione energetica degli edifici. La procedura adottata è corredata di una piattaforma software, denominata "CENED 4", sviluppata in Visual Basic e basata sulle norme italiane UNI-CTI 10344-10379) che derivano dalla norma europea CEN TC 89 - Residential Building - Energy requirements for heating - calculation method;
offrono supporto tecnico a privati, enti pubblici e società immobiliari;
forniscono, oltre all'attestato, una pre-diagnosi energetica dell'edificio, identificando gli elementi di spreco;
hanno certificato edifici ad uso residenziale e terziario e stock di edifici pubblici, rilevandone le caratteristiche architettoniche, costruttive e impiantistiche, elaborando dati con programmi di calcolo e identificando possibili interventi di riqualificazione energetica.
La piattaforma Software: il CENED 4

CENED 4 è lo strumento base usato per la certificazione. L'output, oltre al certificato energetico, fornisce una analisi dei flussi dell'energia termica dispersa attraverso le pareti, le finestre, il pavimento e la ventilazione degli ambienti. Sono inoltre calcolati gli apporti di energia dovuti alle fonti interne (presenza di persone e apparecchiature varie) e quelli derivanti dall'apporto solare attraverso le finestre e sulle superfici opache.

CENED 4 consente di simulare differenti zone di uno stesso edificio o differenti edifici alimentati da una stessa centrale termica con diverse modalità d'uso; calcola il rendimento dei diversi componenti impiantistici (terminali, distribuzione, regolazione e produzione) e stima infine l'effettivo fabbisogno di energia primaria da immettere nel generatore termico per mantenere negli ambienti le condizioni di temperatura richiesta. La piattaforma software rappresenta un elemento importante della procedura di diagnosi, ma non certamente l'unico.

La certificazione energetica degli edifici pubblici

La certificazione energetica di edifici pubblici è risultata un'esperienza più positiva. L'amministratore pubblico mediamente dimostra un interesse maggiore di quello privato nel conoscere l'efficienza energetica del patrimonio immobiliare.

La certificazione, ossia l'azione conoscitiva, rappresenta un elemento importante per pianificare interventi di manutenzione straordinaria sia sugli edifici che sugli impianti che considerino anche azioni finalizzate al risparmio energetico o per gestire in modo più efficiente contratti di fornitura di servizi energetici con finanziamento da parte di terzi.
Una esperienza che dimostra come, partendo dalla certificazione energetica degli edifici, si possano attivare azioni di risparmio energetico è quella recente dell'Amministrazione provinciale di Cremona, che ha utilizzato le competenze ed il supporto tecnico della agenzia locale, Punto Energia Cremona, per formulare e promuovere un contratto di gestione del servizio di riscaldamento di 23 edifici scolastici assolutamente innovativo.
La dettagliata analisi degli edifici scolastici, elemento conoscitivo essenziale per la valutazione della consistenza energetica e tecnologica del patrimonio, è stata svolta con la piattaforma software CENED 4, la stessa utilizzata per la certificazione.
La procedura di certificazione è stata completata, per ciascun edificio, con una diagnosi energetica attraverso la quale si sono individuati degli indicatori parametrici che hanno consentito di confrontare tutti gli edifici dal punto di vista prestazionale. La certificazione prima, e la diagnosi poi, hanno fornito gli elementi essenziali per individuare, per ciascun edificio, i possibili interventi di qualificazione energetica, calcolando il pay back period per ciascuna misura che deve risultare uguale o inferiore alla durata del contratto.



 
DETERMINAZIONI IN MERITO ALLE DISPOSIZIONI PER L'EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA E PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFIC
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA-REGOLAMENTO SUL RENDIMENTO ENERGETICO IN EDILIZIA
 
TAG:
 
© 2019 Teorema S.r.l. - P.I./C.F. 08379270153 - REA MI 1224723 - cap.soc. 100.000 € i.v. - Milano   -   Condizioni di vendita - Trattamento dei dati
Powered by Tecsia